Home | Le nostre sedi | Consulta i nostri orari
Cerca
Centro Medico San Pietro News

Chirurgia Computer Guidata in Odontoiatria

Guida completa alla pianificazione dell'intervento implantare e protesico

Conosciuta in tutto il mondo come Computer Guided Implantology, la chirurgia computer guidata è una procedura avanzata di supporto all’implantologia. In questa tecnica, ogni fase è computerizzata: dalla diagnosi alla realizzazione. Prevede l’utilizzo di tecnologie digitali e tecniche chirurgiche per guidare l’inserimento di impianti dentali e la successiva protesizzazione.

In ambito odontoiatrico permette di riabilitare protesicamente un paziente con l’inserimento di impianti dentali a partire da un progetto virtuale pianificando in anticipo la miglior posizione e l’inclinazione ideale rispetto al piano di trattamento protesico da eseguire, tenendo conto della morfologia ossea, profilo mucoso, volume protesico e della collocazione di nervi, tessuti e vasi sanguigni del paziente. Offre una maggior precisione a fronte di una minor invasività e di tempi di recupero ridotti.

Dalla lastra CBCT…

In occasione del primo incontro con il dentista, il paziente verrà sottoposto ad una seduta diagnostica al fine di valutare in modo preciso quale sia la sua situazione orale. Per farlo, si utilizza una tecnica radiologica finalizzata a restituire riproduzioni 3D: la così detta CBCT (Cone Beam Computed Tomography) che permette di ottenere un’immagine, virtuale ma totalmente fedele alla realtà, di entrambe le arcate ed una serie di informazioni sulla morfologia ossea.

…Al software di implantologia con realizzazione della mascherina DIMA…

Grazie ad uno scanner intraorale, le caratteristiche della bocca del paziente vengono riprodotte digitalmente e sovrapposte alle immagini della CBCT al fine di pianificare e scegliere il tipo di impianto dentale più idoneo per il paziente, in termini di caratteristiche, dimensioni e posizione.
Si passa alla realizzazione della DIMA, una mascherina in materiale biocompatibile stampata in 3D. Si tratta di uno strumento che si ancorerà alla dentatura del paziente o al profilo mucoso e che presenterà uno o più fori nel punto preciso in cui dovrà essere inserito l’impianto, consentendo al medico di operare in modo preciso e guidato.

…Fino alla realizzazione dell’impianto flapless

Il secondo appuntamento con il dentista sarà quello operativo. Il paziente si accomoderà sulla poltrona e, dopo averlo sottoposto ad un’anestesia locale, il medico applicherà la DIMA, iniziando le operazioni di fresaggio dell’osso proprio laddove essa riporta il foro e, sempre con la guida del progetto 3D, inserirà l’impianto e, a seguire, avviterà la corona.

Si parla, in questo caso, di chirurgia flapless o transmucosa in quanto, a differenza della tecnica tradizionale, in cui l’accesso all’osso avviene attraverso un lembo della mucosa sovrastante, qui non vengono praticate incisioni o sollevamenti di lembo di gengiva (flap), evitando, così, sanguinamenti copiosi e non richiedendo alcuna sutura.

Se è vero che la tecnica tradizionale offre, rispetto alla flapless, una migliore visibilità durante l’intervento, è anche vero che essa non è necessaria in caso di implantologia computer guidata, dal momento che l’intervento è stato progettato digitalmente nei minimi dettagli e, dunque, la fase dell’operazione è puramente operativa e non richiede al medico di compiere alcuna valutazione, prendere decisioni o affrontare imprevisti.

chirurgia computer guidata

Durata e tempi di recupero: ecco perché si parla di protesi a carico immediato

Una volta inserito l’impianto, nell’ambito della stessa seduta, viene applicata anche la componete protesica, motivo per cui si parla di impianti a carico immediato. Questa procedura, rispetto a quella tradizionale, dunque, riduce i tempi di realizzazione della protesi dentale, minori complicanze post-chirurgiche con una guarigione più breve, dando così al paziente la possibilità di tornare quasi da subito alle abitudini quotidiane.

Chirurgia implantare computer assistita: per chi e con quali vantaggi?

La tecnologia digitale in ambito odontoiatrico porta con sé numerosi vantaggi e apre le porte dell’implantologia a molti più pazienti.

In quali casi è particolarmente indicata la Computer Guided Implantology

Come per l’implantologia tradizionale, anche quella computer guidata richiede la presenza di alcune condizioni necessarie, come l’assenza di malattie sistemiche e di problemi a gengive e tessuti, oltre alla presenza di una quantità ossea sufficiente.

Ci sono, però, delle situazioni in cui questa tecnica rappresenta la migliore soluzione di implantologia per chi non può sottoporsi al posizionamento di impianti con il metodo tradizionale. Si tratta in particolare di pazienti:

  • Affetti da edentulia totale;
  • Che assumono farmaci anticoagulanti;
  • Che presentano atrofie ossee.
  • Che temono l’invasività ed i tempi che caratterizzano l’inserimento di un impianto con una chirurgia tradizionale.

Pro e contro della chirurgia computer guidata

Abbiamo già accennato ad alcuni dei principali vantaggi dell’implantologia digitale: ecco l’elenco completo:

  • minor invasività;
  • maggior precisione e minor margine di errore;
  • migliori risultati estetici;
  • tempi di realizzazione e di recupero ridotti.

Per quanto riguarda gli svantaggi, l’unico sembra essere quello legato ai costi, un piccolo aumento viene causato per l’attività clinica che viene dedicata lo studio del caso, il progetto digitale e la realizzazione della dima chirurgica.

L’implantologia digitale avanzata vicino a Torino

Presso il reparto di odontoiatria del CMSP, un team di medici e paramedici è pronto ad accogliere i pazienti per pianificare operazioni implantari con l’ausilio della Chirurgia assistita su misura per ogni paziente.

Non dimentichiamo che, dietro ad ogni intervento di implantologia dentale si dovrebbe sempre effettuare uno studio odontoprotesico, realizzato da un laboratorio specializzato nella progettazione e realizzazione protesica che lavora sulla richiesta dell’odontoiatra di riferimento.

Il Centro Medico San Pietro ha la fortuna di poter contare sul suo laboratorio odontotecnico interno, il Dental Milling Center, che si occupa di elaborare, progettare e realizzare tutti i dispositivi protesici, attraverso le tecnologie CAD-CAM e Stampa 3D, sotto il coordinamento e supervisione dell’ Odt. Tanio Tomasi, Tecnico Odontoprotesista, che lavora sia a supporto degli odontoiatri del Centro Medico, sia su commissione di studi esterni.

L’Odt. Tanio Tomasi ha conseguito il diploma di Odontotecnico presso l’Istituto Dante Alighieri nel 1987, dal 1989 titolare di laboratorio in Nole Canavese (TO). Relatore e formatore di sistemi CAD-CAM (Echo plus- Sirona Inlab- Exocad – Simplant pro- Real Guide) in protesi dentale, assistenza digitale per la progettazione e realizzazione di dime radiologiche e chirurgiche.

Affidati al CMSP per il tuo impianto dentale e potrai contare su un team di professionisti che operano in prima linea e “dietro le quinte”.